menu
Note Legali e Fiscali

Affittare a studenti internazionali: le regole

Andrea Cottu

Con un numero sempre maggiore di studenti internazionali nel nostro Paese, è bene conoscere quali sono le regole da seguire. Per prima cosa bisogna far distinzione tra cittadini comunitari ed extracomunitari. Sono considerati comunitari gli studenti che provengono degli Stati membri dell’Unione Europea:

Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Repubblica ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Regno Unito. Sono inoltre equiparati ai cittadini dell’Unione Europea i cittadini di Svizzera, Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Repubblica di San Marino.

Sono invece extracomunitari tutti coloro che non hanno cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea sopra elencati

Affitto a studenti comunitari

Per l’affitto a cittadini comunitari si deve far riferimento all’Art.12, comma 1, L. 59/1978. In generale, per procedere alla stipula e alla registrazione del contratto di locazione, è sufficiente richiedere un documento d’identità in corso di validità e codice fiscale

Superati i 30 giorni di permanenza, scatta l’obbligo di comunicazione all’autorità locale di pubblica sicurezza (Questura/Commissariato o Comune in caso di mancanza di questi Uffici) entro 48 ore dalla consegna dell’immobile. La comunicazione dovrà contenere l’esatta ubicazione dell’immobile, le generalità, e gli estremi del documento di identità o di riconoscimento dell’inquilino

Tale comunicazione, che fino a qualche tempo fa veniva chiamata cessione fabbricato, è stata sostanzialmente assorbita dalla registrazione del contratto di affitto

Affitto a studenti extracomunitari

Per l’affitto a cittadini extracomunitari si deve far riferimento all’Art.7 e 12 del D.Lgs 286/98. In questo caso, oltre la verifica del passaporto o di altro documento di identità, è necessario richiedere il permesso di soggiorno. Quest’ultimo deve essere valido per tutta la durata della permanenza oppure essere rinnovato prima della sua scadenza.

Occorre sempre prestare molta attenzione alla data di scadenza del permesso di soggiorno e ai rinnovi del documento per tutto il corso del contratto di affitto. Si applicano le stesse regole anche nel caso in cui uno studente extracomunitario subentri a uno italiano o comunitario

È previsto l’obbligo di dichiarare la presenza del cittadino extracomunitario all’autorità locale di pubblica sicurezza entro 48 ore dalla consegna dell’immobile o all’inizio della permanenza, presentando il contratto registrato all’Agenzia delle Entrate e i documenti di entrambi, proprietario e inquilino

In caso di inadempienza degli obblighi di legge il proprietario può essere punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e, in particolari circostanze, l’immobile può essere confiscato

In sintesi, i documenti necessari:

  • Per i cittadini extracomunitari:  passaporto in regola e permesso di soggiorno in corso di validità sul quale ci sia scritta la scadenza;
  • Per i cittadini comunitari:  un documento di riconoscimento non scaduto.
  • Sia per i cittadini comunitari che per quelli extracomunitari:  è necessario possedere e presentare il codice fiscale;


Quali contratti utilizzare

Come abbiamo visto in un precedente articolo, la L. 431/98 prevede due tipi di contratto:  il contratto a canone libero e il contratto a canone concordato

Per quanto riguarda gli studenti universitari, è prevista una forma contrattuale apposita di tipo transitorio. Il contratto di affitto per studenti universitari ha durata minima di 6 mesi e massima di 36 mesi e può essere sottoscritto solo da studenti fuori sede. Le condizioni previste sono medesime sia per gli studenti italiani che per quelli stranieri, comunitari o extracomunitari.

Nota bene:  per essere valido, il contratto deve essere stipulato utilizzando l’apposito modello ministeriale predefinito, unico per tutto il territorio nazionale. Abbiamo reperito l’ultima versione aggiornata al D.M. pubblicato in Gazzetta Ufficiale
Scarica il modello di contratto per studenti universitari, è gratuito !

Thanks for reading this post

Reset Filters