menu
Note Legali e Fiscali

In cosa consiste il nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati?

Emanuele Bosco

Il Regolamento europeo sulla protezione dei dati (comunemente conosciuto come GDPR) è ufficialmente passato in vigore il 25 maggio.

L’Unione europea ha concesso due anni di adattamento per compleatre il disegno del sistema di protezione dei dati riguardanti utenti europei e il regolamento è ora attivo nella sua interezza in tutti i Paesi dell’Unione.

Ma quali sono le basi di questa legge? E come influenza i nostri proprietari? Nell’articolo di oggi spieghiamo le novità, i criteri e gli obiettivi di questo regolamento, nonché il trattamento dei dati che Uniplaces applica ai suoi proprietari.

Sulla crescente necessità di protezione dei dati

Oggigiorno, il mondo digitale appare come una realtà parallela, in cui i dati rappresentano la persona e viceversa. Ma qual è il limite tra i dati e la persona? Nel mondo digitale, questa linea sta diventando sempre più sottile.

La crescita del mercato digitale ha portato a una serie di problemi di sicurezza nella protezione dei dati personali degli utenti nella rete. Per esempio dati personali che sono stati utilizzati illecitamente e senza il preventivo consenso degli utenti per scopi commerciali, statistici… ecc.

Per questo motivo, l’Unione europea ha deciso di attuare una serie di misure per salvaguardare i dati degli utenti e in particolare, quelli tramite i quali i titolari possono essere identificate direttamente o indirettamente.

Quali sono gli obiettivi di questa legge?

  • Unificare e centralizzare i criteri UE per la protezione dei dati.
  • Generare ambienti affidabili per utenti e mercati, per affrontare la rivoluzione digitale e rafforzare l’economia digitale.
  • Più potenza e controllo per gli utenti sui loro dati.
  • Rafforzare gli obblighi e le responsabilità di chi gestisce i dati personali.

Quali sono le novità presentate dalla legge?

Le aziende devono garantire cinque diritti di base:

  1. Consenso esplicito, esplicito e inequivocabile dell’interessato, cioè il permesso non può essere generico, deve essere verificabile e deve scadere non appena il trattamento dei dati cessa di essere necessario
  2. Diritto di completare le informazioni sull’utilizzo delle proprie informazioni personali
  3. Accesso facilitato ai dati
  4. Portabilità, ovvero facilitare il trasferimento di dati da una società all’altra.
  5. Il diritto di dimenticare e incluso il diritto di negare l’uso del trattamento dei dati per la creazione di profili.

Altre novità

Privacy per design

Il regolamento indica che la garanzia della protezione dei dati deve essere inclusa nei prodotti e servizi fin dalle prime fasi di sviluppo. Questo disegno comprende la valutazione dei rischi e degli impatti in termini di privacy quando si implementa la progettazione del sistema di protezione di la privacy.

Responsabilità proattiva

La responsabilità delle aziende diventa proattiva. Che cosa significa? Le aziende devono prendere l’iniziativa per proteggere i dati, invece di essere reattivi o la stessa cosa, in attesa che gli utenti rivendichino i loro diritti.

Delegato di Protezione dei dati

Questa cifra dovrebbe essere obbligatoria in base alle caratteristiche dell’organizzazione e assumerà le competenze specifiche sempre con l’obiettivo di protezione. Assumere i compiti in termini di coordinamento e rispetto delle normative.

Sanzioni

Un’altra importante novità riguarda le sanzioni, dal momento che il regime sanzionato sarà rafforzato, con multe fino a 20 milioni di euro o il 4% del fatturato della società di noleggio.

In che modo questa legge influisce sulle società di affitto?

Le normative avranno un impatto diverso a seconda del settore. Nel caso di società dedicate all’affitto di abitazioni, esse diventeranno organismi regolatori dei dati dei loro clienti, tanto dei proprietari come degli inquilini. Un obbligo legislativo che è generalmente di competenza delle autorità pubbliche.

Il risultato? Un’auto-regolazione del settore digitale.

In che modo Uniplaces utilizza i dati dei suoi utenti?

Uniplaces si impegna a fornirle la migliore esperienza possibile quando affitta la sua casa a inquilini da tutto il mondo, proteggendo al contempo le sue informazioni personali e la sua privacy.

Raccogliamo diverse informazioni da lei lungo il processo di prenotazione:

Quando si iscrive su Uniplaces

Quando si iscrive su Uniplaces, registriamo il suo indirizzo email e il suo numero di telefono. Li utilizzeremo per contattarla più volte durante il processo di prenotazione, ad esempio quando riceve una richiesta di prenotazione da un inquilino o nel caso in cui un inquilino annulli una prenotazione.

Quando verifica il suo account

Quando crea il suo account, raccogliamo le seguenti informazioni per verificarla come proprietario:

  • Numero di telefono
  • Indirizzo email
  • Una copia della sua carta d’identità, passaporto o patente di guida

La sua identificazione viene utilizzata solo per verificare la sua identità e non sarà mai condivisa.

Quando crea un annuncio

Quando crea un annuncio su Uniplaces, raccogliamo informazioni su di lei e sul suo appartamento, come:

  • L’indirizzo del suo appartamento
  • Servizi offerti
  • Regole di casa
  • Il suo sesso
  • La fascia d’età alla quale appartiene
  • Informazioni sui membri della famiglia e sui suoi animali domestici (se è un proprietario residente)
  • Preferenze riguardo il profilo dell’inquilino
  • La disponibilità del suo appartamento
  • Foto o descrizione che ci invia

Se lascia un annuncio incompleto, potremmo chiamarla o inviarle una mail per chiederle se ha bisogno del nostro aiuto per completarlo.

Quando accetta una richiesta di prenotazione

Non appena accetta una richiesta di prenotazione, le sue informazioni di contatto (ad es. il suo indirizzo e-mail e il numero di telefono) saranno condivise con il suo inquilino.

Quando trasferiamo il primo mese di affitto

Ogni volta che le trasferiamo il primo mese di affitto – meno la commissione di Uniplaces – 48 ore dopo che i suoi inquilini si sono trasferiti, usiamo la banca e i dettagli di fatturazione che ci ha fornito (controlli come trovarli sul suo Panello di controllo personale qui). I dettagli che raccogliamo in particolare includono:

  • Nome
  • IBAN
  • Codice BIC / SWIFT
  • Indirizzo di Fatturazione
  • Partita IVA

Condividiamo queste informazioni solo con la nostra banca al fine di elaborare l’importo che le dobbiamo.

A volte utilizziamo i suoi dati personali per scopi di marketing, come ad esempio l’invio di newsletter con tutorial, suggerimenti per l’affitto, argomenti sul mercato dell’affitto e nuove versioni di Uniplaces. Possiamo utilizzare piattaforme pubblicitarie, come Facebook e Google, per promuovere campagne di marketing. Possiamo anche utilizzare l’indirizzo email che ci ha fornito quando si è iscritto su Uniplaces per inviarle sondaggi per scopi di ricerca di mercato. È libero di annullare l’iscrizione a queste comunicazioni promozionali in qualsiasi momento.

Per saperne di più sul modo in cui utilizziamo i suoi dati, la preghiamo di leggere la nostra Politica sulla Privacy e la Politica sui Dati.

Thanks for reading this post

Reset Filters