menu
Notizie

Mercato degli affitti: in crescita grazie agli studenti

Laura Paglia

Ci troviamo in un periodo vantaggioso per acquistare, visto i prezzi abbastanza bassi per la compravendita di immobili. Ma si tratta di un periodo altrettanto vantaggioso per affittare, dato che il mercato delle locazioni sta attraversando una fase di sviluppo, con prezzi in aumento, complici tutti gli studenti universitari.

Locazioni: aumento di domanda e canoni

Focalizziamo l’attenzione sui canoni mensili degli appartamenti e delle camere in affitto in tutta Italia. Questo settore ha ricevuto una spinta da parte di una fascia ben precisa della popolazione, quella degli studenti fuori sede, perennemente alla ricerca della stanza centrale, vicina all’università e ben collegata col resto della città. Essi hanno trainato la crescita della domanda di camere e appartamenti in affitto.

L’analisi condotta dal gruppo Tecnocasa ci mostra un mercato degli affitti particolarmente vantaggioso per tutti quei proprietari di casa che vogliono dare in locazione il proprio immobile.

Prendiamo come arco temporale di riferimento tutto il 2017. A partire da luglio 2017, in tutte le grandi città, sedi universitarie italiane, i prezzi per gli affetti sono aumentati quasi uniformemente. In particolare, si registra un +1,6% per i monolocali, un +1,8% per i bilocali e un +1,5% per i trilocali. Il motivo principale è una domanda sensibilmente superiore rispetto all’offerta.

Non a caso il contratto più gettonato è quello ad uso transitorio, che viene frequentemente stipulato per gli studenti fuori sede, sia italiani che non (67,5%). Infatti, tra tutti coloro che considerano l’affitto come soluzione abitativa, l’8,6% è costituito da studenti.

Quali sono le aree più gettonate per gli universitari?

Al momento in testa troviamo Torino col 32,4%, seconda Milano col 25,8% e al terzo posto c’è Bologna col 25,5%.

Gli atenei italiani sono in tutto 91: lì studiano 1,7 milioni di universitari. A essi vanno sommati 63 mila giovani che hanno scelto gli studi artistici, musicali e coreutici. In più, 15 mila studenti seguono corsi di formazione professionale. Infine, ogni ateneo ospita annualmente tantissimi studenti Erasmus provenienti da tutta Europa.

Ognuno di essi ha bisogno di camere e appartamenti in affitto, ed ecco spiegato il fenomeno dell’aumento della domanda in Italia. Senza considerare tutte le figure che gravitano intorno al mondo dell’università, come i ricercatori. Tutti potenziali inquilini alla ricerca di bilocali (richiesti dal 35,2%) e trilocali (29,7%) arredati e confortevoli.

In questo continuo flusso di mobilità, è possibile individuare alcune Regioni d’Italia dove si concentra buona parte del traffico di studenti fuori sede: Lombardia, Lazio, Emilia-Romagna e Trentino Alto Adige.

Si tratta di un mercato che continuerà a crescere, mentre l’Italia e le maggiori città continueranno ad offrire ai giovani, italiani e stranieri, case e stanze da affittare durante il loro percorso universitario.

Thanks for reading this post

Reset Filters