menu
Notizie

Sì alle compravendite in Italia: numeri e volumi

Laura Paglia

Hai presente quell’appartamento che hai adocchiato tempo fa in quella zona che tanto ti piace? Forse è arrivato il momento di farci un pensierino. Bisogna cogliere la palla al balzo finché i tassi dei mutui e la più facile concessione dei prestiti lo permettono. Come te, tanti altri si sono già messi in moto per concludere un affare. Cosa ci suggeriscono i dati?

Transazioni immobiliari in aumento

Stai valutando di acquistare casa? Milano, Firenze, Venezia e Roma sono i mercati più in fermento, non a caso i prezzi delle compravendite stanno risalendo. Il residenziale ha registrato un aumento dell’11,5%. Soltanto nel primo semestre del 2018 le transazioni sono state ben 290 mila! Si prevede di chiudere l’anno a quota 600 mila compravendite in Italia.

Diamo un’occhiata anche al 2017, in cui l’aumentato delle transazioni registrate è stato del 6,79%. Questa percentuale corrisponde a 863 mila unità abitative, 55 mila in più rispetto al 2016.

Dividiamo le compravendite tra Nord, Centro, Sud e Isole. I numeri più elevati riguardano il settentrione, con il 55,39% di acquisti di appartamenti. Centro e Sud si allineano al 18,23%, mentre le compravendite immobiliare nelle Isole raggiungono il 7,88%.

A livello regionale, gli aumenti più rilevanti sono stati registrati in Molise col 12,03%, nelle Marche con 11,59%; segue la Sicilia che tocca quota 11,69% e la Puglia con 11,32%. Infine troviamo la Campania con il 10,44%. L’unica regione in cui si assiste alla tendenza opposta è l’Abruzzo, che ha registrato un calo del 4,56%.

Le agevolazioni prima casa funzionano

Un dato interessante? Più della metà degli appartamenti sono stati acquistati ricorrendo alle agevolazioni sulla prima casa. Di che si tratta? Il Bonus Casa, previsto dalla legge di Bilancio, riguarda una serie di detrazioni fiscali, riconosciute in presenza di determinati requisiti.

In particolare, se sei un privato potrai beneficiare di una riduzione dell’imposta di registro.

Qual è la percentuale? Se acquisti da un altro privato l’imposta di registro sarà pari al 2% Sì alle compravendite in Italia: numeri e volumi al 9%; invece se acquisti da impresa IVA sarà del 4% anziché del 10%.

L’ulteriore lato positivo è dato dal fatto che l’agevolazione per la prima casa è valida anche se ne hai già fruito, a condizione che hai venduto la precedente abitazione entro un anno dal nuovo acquisto.

Se vuoi approfondire ulteriormente dai un’occhiata a quest’articolo, dove ti illustriamo tutti gli interventi che rientrano nel Bonus Casa 2018.  

Tornando ai dati sulle transazioni immobiliare registrate nell’anno 2017, su un totale di 553.654 compravendite, l’agevolazione prima casa è stata richiesta per 310.880. Nella stragrande maggioranza dei casi (pari a quasi il 40%), i beneficiari sono stati giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Valuta se è il momento di acquistare un appartamento. Se hai già una casa di proprietà, un’idea potrebbe essere anche quella di affittarlo. Approfitta dei rendimenti del mattone in Italia.

Thanks for reading this post

Reset Filters